Carlo Mazzacurati | Zapster Blog


Carlo Mazzacurati – Biografia

{lang: 'it'}

Data di nascita: 03/03/1956
Luogo di nascita: Padova
Segno zodiacale: Pesci
Note biografiche
Dopo aver frequentato il DAMS di Bologna, inizia a scrivere sceneggiature e testi per programmi televisivi. E’ del 1987 il suo primo lungometraggio dal titolo “Notte italiana”. Tra i suoi film più famosi “Vesna va veloce” (1996) e “La lingua del santo” (2000).
Filmografia
La Passione (2010), La giusta distanza (2007), L’amore ritrovato (2004), A cavallo della tigre (2001), La lingua del santo (2000), Caro diario (1993)
Carlo Mazzacurati – Biografia

Tags: , ,

Stasera al cinema grandi news!

{lang: 'it'}

Questa sera al cinema, tre grandi film in arrivo!
Finalmente esce l’attesissimo Inception di Christopher Nolan, che racconta la storia di Don Cobb (Leonardo DiCaprio) è un abilissimo ladro, il migliore in assoluto nella pericolosa arte dell’estrazione, cioè il furto di preziosi segreti dal profondo del subconscio durante i sogni, quando la mente è maggiormente vulnerabile.
Seconda pellicola in arrivo, L’ultimo dominatore dell’aria di Manoj Night Shyamalan, primo episodio di una trilogia filmica ispirata a un popolare anime giapponese.
Per concludere, un film italianissimo, La passione, di Carlo Mazzacurati e con il bravissimo Silvio Orlando, la divertente storia di un regista che si trova suo malgradio a dirigere una recita di paese. Fonte: Stasera al cinema grandi news!

Tags: , , , , , , , ,

La Fallaci al cinema con Un uomo

{lang: 'it'}

In un’intervista concessa ieri al Festival di Venezia, dove quest’anno è presente con ben due produzioni in concorso (La versione di Barney e La passione di Carlo Mazzacurati), il produttore Domenico Procacci ha annunciato che presto sbarcherà nelle sale la versione cinematografica di Un uomo, vendutissima biografia dell’eroe nazionale greco Alexandros Panagoulis scritta da Oriana Fallaci sul finire degli anni ’70.
Il libro racconta della storia d’amore lunga tre anni vissuta dalla scrittrice fiorentina con Panagoulis, che a partire dal 1967 combattè duramente in Patria per opporsi alla dittatura dei colonelli prima di morire in un misterioso incidente stradale nel 1976 nei dintorni di Atene.
E’ la prima volta che i diritti di questo libro vengono concessi ad una casa di produzione: queste le parole di Procacci, che ha preannunciato si tratterà di un progetto internazionale con la Fallaci interpretata sul grande schermo da una famosa attrice straniera. Ancora sconosciute al momento le date di inizio riprese ed uscita nelle sale. Fonte: La Fallaci al cinema con Un uomo

Tags: , , , , , ,

Si apre oggi il Festival di Venezia 2010

{lang: 'it'}

Si apre ufficialmente questa sera, con la proiezione di Black Swan di Darren Aronofsky (già vincitore nel 2008 con The Wrestler), la 67esima edizione del Festival del Cinema di Venezia.
Tra film in concorso e non, i lungometraggi presentati saranno ben 83, con pellicole che arrivano persino dall’Ecuador e dalla Repubblica Dominicana.
Il compito di tenere alte le speranze di un Leone d’Oro italiano saranno affidate a La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo, La passione di Carlo Mazzacurati, Noi credevamo di Mario Martone, e La pecora nera di Ascanio Celestini.
Tra le prime stelle attese a Venezia, spiccano oggi Natalie Portman – protagonista nel film d’apertura insieme a Mila Kunis e Vincent Cassel– e la bellissima Jessica Alba, che i tanti ammiratori, non solo italiani, potranno “godersi” allo scoccare della mezzanotte in Machete, l’atteso film di Robert Rodriguez presentato fuori concorso in anteprima mondiale.
Presenza d’eccezione per l’apertura del Festival è quella del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, arrivato ieri ufficialmente in “visita privata” insieme alla moglie Clio e che parteciperà all’inaugurazione della . Fonte: Si apre oggi il Festival di Venezia 2010

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Festival di Venezia: tante Italie diverse

{lang: 'it'}

Con 40 titoli distribuiti nelle varie sezioni del Festival, l’Italia si fa sentire a questa 67a Mostra del cinema di Venezia.
Tra pochi giorni verrà srotolato il tappeto rosso e centinaia di Vip, nostrani e non, sciameranno alla volta del Lido; sarà quello in momento in cui sapremo se il nutrito gruppo delle nostre pellicole si porterà a casa qualche premio.
Nel frattempo, ricordiamo che tra gli attesissimi ci sono Vallanzasca – Gli angeli del male di Michele Placido, La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo e La Passione di Carlo Mazzacurati.
Scorrendo il programma del Festival, però, saltano subito agli occhi alcune curiosità. Innanzitutto la voglia e il coraggio di raccontare storie scomode; così ha fatto Ascanio Celestini col suo La pecora nera (con Giorgio Tirabassi e Maya Sansa), mostrando la difficile realtà dei manicomi italiani negli anni ’60.
Il desiderio di riguadagnare il passato è un altro leitmotiv dei nostri prodotti; e lo vediamo con Noi credevamo (regia di Mario Martone) che racconta la storia di tre romantici patrioti italiani, interpretati da Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco e Luigi Pisani; fuori concorso troviamo Gabriele Salvatores con 1960, un racconto degli anni della grande migrazione costruito solo con immagini Rai e voce narrante.
Per concludere si torna al presente con due film dal sapore multietnico girati entrambi a Napoli: Into Paradiso per la regia di Paola Randi con, che promette di essere una delle sorprese della Mostra, e Gorbaciof di Stefano Incerti con Toni Servillo nella veste di un cassiere disonesto dedito al gioco e innamorato di una bellezza della Chinatown locale.
Altro che “tanta” Italia a questo Festival insomma; piuttosto, tante italie diverse. Fonte: Festival di Venezia: tante Italie diverse

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La Passione – Galleria Fotografica

{lang: 'it'}

Locandina e Fotografie tratte dal film La Passione, con Kasia Smutniak, Stefania Sandrelli, Cristiana Capotondi, Silvio Orlando, Giuseppe Battiston, Marco Messeri, Corrado Guzzanti, Djibril Kébé, Giovanni Mascherini, Fausto Russo Alesi, Maria Paiato (regia di Carlo Mazzacurati).
[Scheda Film] | [Cast] | [Trailer] | [Galleria Fotografica]

  • La Passione
  • La Passione
  • La Passione
  • La Passione
  • La Passione
  • La Passione
  • La Passione
  • La Passione
  • La Passione

La Passione – fotografie Guardale tutte su Zapster.it

Tags: , , , , , , , , ,

Festival di Venezia, ecco i film più attesi

{lang: 'it'}

Con una conferenza stampa tenutasi ieri a Roma, sono stati ufficializzati i ventidue titoli in concorso, al prossimo Festival di Venezia, in programma dall’1 all’11 settembre. La giuria sarà presieduta da Quentin Tarantino.
Nessuna sorpresa per quanto riguarda le pellicole italiane, che, come annunciato nei giorni scorsi, saranno quattro: La Passione di Carlo Mazzacurati, Noi credevamo di Mario Martone, La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo e La Pecora nera di Ascanio Celestini.
Il “poker” italiano dovrà vedersela per la corsa al Leone d’Oro con una schiera di produzioni straniere molto interessanti; su tutte Black Swan di Darren Aronofsky (già vincitore con The Wrestler nel 2008) e Somewhere di Sofia Coppola, con Benicio Del Toro e Laura Chiatti tra i protagonisti. Grande attesa in Laguna anche per Promises written in water di Vincent Gallo, e Road to nowhere di Monte Hellman, che vede nel cast anche Fabio Testi.
Tra i film fuori concorso, da segnalare Vallanzasca – gli angeli del male di Michele Placido e il terzo film del cantante Ligabue, Niente Paura.
Altri due grandi nomi del cinema italiano – Gabriele Salvatores e Giuseppe Tornatore – presenteranno a Venezia i loro documentari 1960 e L’ultimo Gattopardo: Ritratto di Goffredo Lombardo. Fonte: Festival di Venezia, ecco i film più attesi

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Pupi Avati escluso dal Festival di Venezia

{lang: 'it'}

Niente corsa al Leone d’Oro del Festival di Venezia 2010 per Pupi Avati; il grande regista bolognese, nonostante le indiscrezioni circolate qualche giorno fa lo inserissero nella quaterna dei film italiani, non sarà in gara per l’ambitissimo premio.
Il suo ultimo lavoro, Una sconfinata giovinezza, è stato “solamente” invitato alla kermesse cinematografica in programma dal prossimo 1 settembre tra le pellicole fuori concorso. Il posto di Avati dovrebbe essere preso da La pecora nera, del 38enne regista e attore teatrale romano Ascanio Celestini.
Le altre tre dovrebbero essere Noi credevamo di Mario Martone, La passione di Carlo Mazzacurati, e La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo.
Ne sto soffrendo molto. E non è un dolore piccolo. Né professionalmente, né umanamente….
Con queste parole Avati ha commentato l’esclusione della sua pellicola da quelle in gara, aggiungendo che non porterà nemmeno la pellicola a Venezia per presentarla fuori concorso. Fonte: Pupi Avati escluso dal Festival di Venezia

Tags: , , , , , , , , ,

Festival di Venezia, quattro film italiani in gara

{lang: 'it'}

La conferma definitiva la si avrà soltanto il prossimo 29 luglio, quando con una conferenza stampa saranno annunciati ufficialmente, ma da qualche ora circolano sul web i titoli dei quattro film italiani che saranno in concorso al prossimo Festival di Venezia, che si svolgerà dall’1 all’11 settembre.
In corsa per il Leone d’Oro dovrebbero esserci: Mario Martone con Noi credevamo, che vedrà Toni Servillo nei panni di protagonista principale, La solitudine dei numeri primi, diretto da Saverio Costanzo e tratto dall’omonimo romanzo di successo, Una sconfinata giovinezza di Pupi Avati, con Francesca Neri e Fabrizio Bentivoglio e infine La passione, per la regia di Carlo Mazzacurati con Silvio Orlando protagonista nei panni di un regista in forte crisi.
Da Hollywood è intanto giunta poche ore fa la notizia che ad aprire il Festival sarà con tutta probabilità Black Swan di Darren Aronofsky, thriller con le affascinanti Natalie Portman e Mila Kunis nei panni di due invidiose ballerine. Le attrici, insieme a Winona Ryder e Vincent Cassel, potrebbero anche presenziare alla proiezione sul Lido in programma il prossimo 1 settembre. Fonte: Festival di Venezia, quattro film italiani in gara

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rassegna cinematografica al Festival dell’Ambiente

{lang: 'it'}

Si apre oggi il Festival Internazionale dell’Ambiente organizzato dal Comune di Milano. All’interno del ricco programma di eventi avrà luogo una rassegna cinematografica, a cura dell’associazione Sentieri del Cinema.
Tutte le proiezioni si terranno presso la Loggia dei Mercanti, accanto a piazza Duomo, e sono gratuite. Il primo spettacolo sarà alle ore 20.30 e il secondo alle ore 22.30.
Per l’apertura della manifestazione verranno proiettati “Biùtiful Cauntri“, di A. D’Ambrosio, E. Calabria, P. Ruggiero, e “Notte Italiana“, di Carlo Mazzacurati. In calendario sono previsti: venerdì “La stella che non c’è” di Gianni Amelio e “Una scomoda verità” di Davis Guggenheim.
Sabato “Into the Wild” di Sean Penn e “Grizzly Man” di Werner Herzog.
Lunedì “La volpe e la bambina” di Luc Jacquet e “Princess Mononoke” di Hayao Miyazaki.
Martedì “Il pianeta azzurro” di Franco Piavoli e “Il cane giallo della Mongolia” di Byambasuren Davaa.
Mercoledì “Himalaya – L’infanzia di un capo” di Eric Valli e “La storia del cammello che piange” di Byambasuren Davaa e Luigi Farloni.
Il programma dell’intera manifestazione comprende numerosi convegni sul clima, lo sviluppo sostenibile e l’energia, oltre ad altri eventi formativi e d’intrattenimento. Il programma completo è disponibile su sito www.festivaldellambiente.com. Fonte: Rassegna cinematografica al Festival dell’Ambiente

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,